Blogestetica e funzionalità dei denti

Un binomio indissolubile tra funzione ed estetica per un sorriso sano a tutte le età

Estetica e funzionalità dei denti: come abbiamo già detto, oggi non vi può essere adeguata estetica senza una corretta funzione, [Clicca il titolo per proseguire] e al tempo stesso l’estetica senza funzione è effimera, oltre che parziale. Abbiamo anche accennato alle nuove tecniche che rendono possibile ottenere tutto ciò. Vediamole, allora, più nel dettaglio.

1-L’estetica in conservativa ha avuto un ottimo sviluppo con l’avvento dei compositi. Questi hanno permesso l’eliminazione delle obsolete otturazioni in amalgama d’argento: attualmente è infatti  impensabile che un’otturazione possa essere riconoscibile, in qualsiasi distretto del cavo orale sia essa localizzata. Laddove le otturazioni siano ampie si può intervenire con intarsi in composito o ceramica. Questi sono blocchetti della forma e dimensione della cavità cariosa che vengono preparati in laboratorio e, successivamente, incollati sul dente trattato.
2- Le metodiche di sbiancamento dei denti vitali o devitalizzati, esterne e interne, permettono anche in tempi brevi di modificare il croma degli stessi a beneficio di un’estetica ottimale. Questo è possibile in modo innocuo per gli elementi dentari.
3- Le sottilissime faccette in porcellana, di forma e dimensione volute, vengono incollate alla superficie esterna dei denti in modo stabile. Queste permettono di modificare le caratteristiche del sorriso dei pazienti senza invasività. La preparazione è minima e non marcata come risulterebbe necessario se si volesse ricoprire con una capsula lo stesso elemento. Questa metodica permette il trattamento di elementi dentari rovinati, abrasi, discromici, ma anche di elementi che non presentano alcuna patologia ma sono di forma e dimensione non desiderata.

 

Materiali, trattamenti e metodiche chirurgiche

4- I materiali utilizzati nelle riabilitazioni protesiche possono permettere riabilitazioni protesiche senza che queste risultino distinguibili dagli elementi naturali contigui.
5- I trattamenti ortodontici, una volta di esclusiva pertinenza dei giovani pazienti, oggi coinvolgono, in percentuale pari o superiore, anche gli adulti e gli anziani. Le malocclusioni, infatti, se non trattate, inficiano qualsiasi trattamento odontoiatrico. Esse non solo possono incidere negativamente sull’estetica, ma possono anche determinare una situazione di malattia non esclusivamente circoscritta al cavo orale. Frequenti sono le cefalee, cervicalgie, dolori alla colonna, disturbi alla vista e all’udito a esse correlate. Oggi vi sono delle opportunità terapeutiche impensabili in ortodonzia solo pochi anni fa, che permettono di trattare e risolvere il caso con apparecchi poco visibili o addirittura invisibili. I brackets in ceramica, le tecniche linguali, l’utilizzo di attacchi di minime dimensioni costruiti appositamente con metodica computerizzata per la morfologia dentaria, l’utilizzo della metodica Invisalign, permettono di soddisfare qualsiasi esigenza nostra e dei pazienti ottenendo il risultato programmato.
6- Anche le metodiche chirurgiche rigenerative o ricostruttive si sono decisamente affinate. Il management tissutale prevede sia la rigenerazione/ricostruzione dei tessuti duri, ossei; sia il ripristino dei molli, gengivali. Anche negli ampi deficit ossei, da malattia parodontale (piorrea) spesso estesa a tutto l’apparato masticatorio, da trauma, da frattura radicolare, da granuloma apicale, da patologia neoplastica, le tecniche chirurgiche portano a una restitutio ad integrum. Per quanto riguarda l’estetica e funzionalità dei denti in implantologia questa poco tempo fa aveva dei limiti ben definiti. Questi erano determinati soprattutto dalla quantità di osso a disposizione mentre adesso, mediante queste tecniche ricostruttive, può essere applicata in modo decisamente più esteso e completo con risultati funzionali ed estetici del tutto inaspettati.


Estetica dei denti e funzionalità: cosmetologia del sorriso

I professionisti del sorriso. Per perfezionare e migliorare il sorriso oggi, accanto all’odontoiatria, fondamentale è la branca della cosmetologia del sorriso che si avvale degli interventi del dermatologo plastico. Ai fini di una valutazione dell’effetto estetico dei denti, infatti, non è possibile prescindere dai tessuti molli della zona periorale, che cioè ne fanno da cornice. Oggi la dermatologia estetica del viso ha a disposizione tecnologie e prodotti mini-invasivi, di assoluto valore e all’avanguardia.

(Dr. M. Finotti)

FOTO pexels-alexander-krivitskiy-1018425

 

Torna a sorridere con serenità.

Scopri la protesi dentale.

SCOPRI DI PIÙ