Il russamento può disturbare il vostro sonno e quello di chi vi dorme accanto.
ma ciò che spesso si ignora è che può diventare una vera e propria malattia con importanti conseguenze (ad esempio, sindrome delle apnee ostruttive nel sonno o OSAS).

Chi soffre di roncopatia (o russamento)?

  • il 60% della popolazione maschile oltre i 40 anni;
  • il 40% di quella femminile oltre i 40 anni.

Russare è indice di una parziale ostruzione delle vie aeree superiori (naso e gola) durante il sonno. Quando l’ostruzione diviene completa, invece, la respirazione si interrompe, si genera un’apnea e si configura quindi il quadro dell’OSAS.

La sindrome delle apnee notturne (presente nel 2-4% della popolazione) può determinare complicanze a carico dell’apparato cardio-circolatorio (con rischio di ipertensione, ictus cerebrale o infarto) e una riduzione della qualità e durata della vita.

Un ulteriore rischio è rappresentato dalla sonnolenza diurna. Per una corretta diagnosi è necessario che il russatore si sottoponga ad alcuni accertamenti clinico-strumentali (visita otorinolaringoiatrica con endoscopia delle vie aeree superiori e polisonnografia).

Clicca qui per approfondire il tema del russamento e scopri tutto quello che c’è da sapere.