dente del giudizio

Quando estrarre i denti del giudizio?

 
I denti del giudizio si possono preservare, se normalmente sviluppati e posizionati in arcata. Ci sono però alcuni casi in cui è necessario toglierli:

  • Evidente assenza di spazio nell’arcata dentaria
    (Si interviene con un’estrazione prima che i denti emergano nel cavo orale, in modo da rendere la chirurgia estrattiva meno traumatica e meno invasiva)
  • Necessità ortodontiche, quando sono causa di affollamento dentale
  • Inclinazione non corretta
  • Sviluppo di ascessi che rischiano di estendersi al molare vicino
  • Quando causano patologie odontoiatriche.
    (Ad esempio, infiammazioni che potrebbero favorire lo sviluppo della piorrea)

 
Può essere fondamentale procedere con le estrazioni dei denti del giudizio in età adolescenziale, in quanto lo sviluppo delle radici e l’aumento della densità ossea sono fattori che incidono sulla complessità dell’operazione.

È importante, prima di eseguire l’intervento, valutare quanto il dente del giudizio si trovi vicino al nervo alveolare inferiore. Per questo si effettua, oltre alla panoramica OPT, una TAC-Dentalscan, che consente di avere una visione tridimensionale dei denti e della loro posizione.

L’odontoiatra valuterà attentamente la presenza di potenziali complicanze per individuare la migliore soluzione per il paziente.