Lo sbiancamento dentale professionale si svolge in una seduta della durata di 1h e 15' circa. Il paziente deve essere informato che dopo il trattamento deve astenersi, per almeno 48 ore, dall'assunzione di cibi e bevande “pigmentati”.

 

Il procedimento è il seguente:

  1. Il paziente deve presentarsi alla seduta di sbiancamento avendo già effettuato un'attenta igiene orale professionale.
     
  2. Viene applicato una sorta di “apri-bocca” per riparare labbra e tessuti periorali da piccoli bruciori che potrebbe causare il contatto del gel a base di perossido di idrogeno.
     
  3. A protezione della gengiva si applica una diga liquida ovvero un gel che solidifica con la fotopolimerizzazione.
     
  4. Applicazione del gel sbiancante su tutta la superficie del dente. Solitamente i denti da trattare sono da 5 a 5 di entrambe le arcate. Il gel viene posizionato per 15 minuti poi aspirato e, senza risciacquare, riapplicato per altri 2 cicli della stessa durata del primo.
     
  5. Al termine del terzo ciclo si aspira e si risciacqua attentamente eliminando ogni residuo del prodotto sbiancante. Si procede quindi a togliere la diga con l'ausilio dello spicillo e dell'apri-bocca.
     
  6. Si congeda il paziente dandogli le istruzioni per le 48 ore seguenti e si programma un appuntamento dopo 15 gg per controllare la tonalità ottenuta.