Come capire se si è affetti da bruxismo?

02/11/2018

bruxismo

 

 

Il termine bruxismo ha origini greche e indica un disturbo che porta la persona a digrignare o serrare i denti in maniera inconsapevole. Sebbene si parli spesso di bruxismo notturno, in realtà è di pari frequenza anche quello diurno. Può essere rumoroso o no come nel caso del solo serramento senza scivolamento.

Si stima che circa il 10% della popolazione ne soffra, senza particolari distinzioni tra uomini e donne. Solo in Italia ci sono quindi 15 milioni di persone che devono affrontare questo problema. 

Il bruxismo è una problematica da tenere sotto controllo perché può causare una precoce usura dei denti, e non solo, anche dei lavori odontoiatrici eseguiti presso il proprio dentista, oltre ad una serie di altri disturbi, più o meno gravi.

Fattori che ci espongono al rischio di bruxismo

  • Familiarità e predisposizione genetica
  • Errata occlusione dentale (malocclusione) e squilibri della muscolatura
  • Disturbi del sonno (russamento)
  • Ansia e depressione
  • L’uso di alcune categorie di farmaci
  • Stati allergici
  • Alterazioni del sistema nervoso o del sistema endocrino
  • Parassitosi intestinale
  • Irritazioni dovuti ad infiammazione dentale e gengivale
  • Ipertensione e alterazioni del ritmo cardiaco

Pare comunque che la causa principale del bruxismo sia lo stress. Le preoccupazioni della vita quotidiana, i ritmi frenetici, le tante incombenze giornaliere, provocano una tensione tale da indurre la persona a contrarre i muscoli della bocca. 

La cosa preoccupante è che tale tensione emotiva può provocare il digrignamento dentale anche nei bambini. È sempre più frequente il caso di giovanissimi che soffrono di bruxismo soprattutto in dentizione decidua (da latte).

Ma come capire se si è affetti da bruxismo?

Il campanello d’allarme più semplice per individuare il disturbo è chiaramente il rumore provocato dal digrignare dei denti. Chi dorme vicino a noi può confermare se effettivamente produciamo rumori durante il sonno. 

Se però non si hanno testimoni, o in caso di bruxismo silenzioso, bisognerà fare attenzione ad altri possibili sintomi. 

I 10 sintomi del bruxismo

  • Pesantezza, intorpidimento alla mandibola. 
  • Dolori e/o rumori all'articolazione temporomandibolare (alla mascella) e/o davanti all’orecchio.
  • Dolore durante la masticazione.
  • Mal di testa ricorrente, spesso al risveglio.
  • Dolore alle orecchie o sensazione di avere le orecchie tappate.
  • Vertigini e capogiri.
  • Difficoltà ad aprire la bocca.
  • Aumento della sensibilità dentale a caldo e freddo.
  • Dolori a collo e cervicale
  • Difficoltà a deglutire.

Le conseguenze
Tra le principali conseguenze per chi soffre di bruxismo si annoverano:

  • Disturbi del sonno.
  • Tensione muscolare.
  • Dolori all'articolazione temporo-mandibolare.
  • Progressiva usura dello smalto dentale.
  • Mobilità dentale.
  • Disturbi all'orecchio.
  • Cefalee e vertigini.
  • Dolore alla colonna cervicale e dorsale.

Le terapie per il bruxismo

Per quanto riguarda le possibili terapie, solitamente si propone un bite, una sorta di apparecchio mobile, composto da resina, che allenta la pressione esercitata sui denti, evita l’usura degli stessi e induce ad un rilassamento muscolare.

Il bite va necessariamente modellato sulle arcate dentali del paziente, per poter essere efficace. Ne consegue che vanno evitate le placche preformate in vendita, che a volte possono risultare addirittura dannose

Spesso, oltre al bite, è consigliabile eseguire anche esercizi muscolari di rilassamento che, se ripetuti ogni giorno, aiutano ad eliminare la cattiva abitudine, specie nel caso del bruxismo diurno. 

Uno stile di vita più sano può aiutare: fumo, alcool e caffè andrebbero evitati, specialmente di sera. Bisognerebbe cercare di vivere secondo ritmi più calmi e rilassati, che possano indurre ad allentare la tensione generale del corpo e conseguentemente quella sui muscoli della bocca, migliorando la qualità del sonno. 

Se non è possibile rallentare i ritmi lavorativi, si può però adottare qualche escamotage, come una passeggiata a ritmo lento dopo cena, un bagno caldo, una tisana distensiva, l’ascolto di musica rilassante, impacchi tiepidi a livello muscolare.

Il Centro Medico Vesalio è specializzato nella risoluzione dei casi di bruxismo. I bite che noi prepariamo quotidianamente vengono costruiti esclusivamente sulla base delle impronte delle arcate dei nostri pazienti e costituiti di un materiale idoneo alla funzione specifica, a seconda ad esempio che si voglia permettere un'occlusione libera o meno. Non c’è nulla di standardizzato, ma ogni cosa viene specificatamente preparata per le esigenze del paziente.

Se di recente hai notato di soffrire di alcuni di questi sintomi, e pensi di essere affetto da bruxismo, non esitare a contattarci per email o per telefono allo 049 723413 per studiare la soluzione più adeguata al tuo disturbo.