BlogOsas Apnee Notturne

Hai mai sentito parlare di OSAS? È la sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno, che causano russamento e apnee notturne.

Ma cosa sono le apnee? Chi ne soffre è colpito durante il sonno da ostruzione parziale o completa delle prime vie aeree. Queste ostruzioni hanno due principali conseguenze:

  1. L’interruzione ricorrente del sonno che ha conseguenze sullo stato di forma delle persone che ne soffrono.
  2. La cosiddetta Ipossiemia, ovvero una diminuzione dell’ossigeno normalmente contenuto nel sangue.

Tale condizione è potenzialmente molto grave perché può causare aritmie cardiache, ipertensione e addirittura infarto e ictus cerebrale, tutte condizioni che mettono a rischio la vita del paziente.

Secondo recenti studi, solo in Italia circa 1.600.000 sono affetti da OSAS ma solo il 3% viene diagnosticato.

Come accorgersi di soffrire di russamento e apnee notturne?

Solitamente è difficile rendersi conto di soffrire di OSAS, dato che è un problema che si manifesta durante il sonno. Sono di solito i familiari o il partner a notare che qualcosa non va. Altrimenti potresti fare caso a sintomi quali:

  • stanchezza estrema durante il giorno
  • difficoltà di concentrazione
  • irritabilità e depressione
  • deficit della memoria
  • frequenti risvegli notturni, a volte anche accompagnati da senso di soffocamento
  • mal di gola o gola secca al risveglio
  • mal di testa al risveglio
  • calo della libido

Altra caratteristica degna di nota è che solitamente soffrono di questo disturbo persone in sovrappeso, obese o con alterazione della glicemia affetti da anomalie e problematiche al naso e alla gola.

Come avviene la diagnosi di OSAS

Lo strumento principale è la polisonnografia, ovvero un esame che si effettua utilizzano il polisonnografo, un apparecchio che il paziente attiva durante la notte presso il proprio domicilio. Tale strumento è in grado di identificare le apnee notturne, classificarle, rilevarne l’entità e fornire tutti i dati necessari al medico curante.

Altro passo importante per una corretta diagnosi è una visita presso un equipe di odontoiatri e otorinolaringoiatri, che valutino le prime vie aeree. L’ otorino potrà inoltre effettuare una videoscopia nasale, un esame indolore e di breve durata, in grado di valutare lo stato delle fosse nasali e del rinofaringe. Infine, la videolaringoscopia, in grado di ispezionare il tratto rino-oro-faringolaringeo.

Altro esame diagnostico è il Test di Muller, che permette di valutare il comportamento delle vie aeree del paziente durante la respirazione, quantificando il grado di ostruzione.

Un esame accurato e’ la Sleep Endoscopy. L’anestesista induce il sonno nel paziente e successivamente lo strumento dell’otorinolaringoiatra sarà in grado di rilevare il meccanismo del russamento e delle apnee notturne. Questo esame riesce a valutare le viee aeree del paziente durante il russamento e ad analizzare la causa di questo problema.

Le cause possono infatti essere diverse: anomalie della mandibola, assunzione di alcuni farmaci, ipertrofia di tonsille e adenoidi, obesità.

Le possibili soluzioni

A seconda della causa, è possibile risolvere il problema in vari modi.

    • Norme comportamentali quali ridurre il peso corporeo , non bere alcolici 4-6 ore prima di andare a dormire, smettere di fumare, non assumere farmaci sedativi e cercare di dormire di lato.

 

  • Terapia Ventilatoria (CPAP), ovvero un apparecchio che permette la ventilazione meccanica.
  • Apparecchi orali che permettono di avanzare la posizione della mandibola, evitando l’ostruzione delle vie respiratorie.

 

  • Terapia Chirurgica in grado di risolvere l’ostruzione

Il Centro Medico Vesalio è specializzato nella cura di russamento e apnee notturne. Grazie ad una equipe multidisciplinare di medici, siamo in grado di seguire il paziente in tutte le fasi, dalla valutazione iniziale del caso, agli esami diagnostici fino alla terapia risolutiva più adatta al paziente. Cosa aspetti? Se sospetti di soffrire di OSAS, contattaci subito allo 049.7360000.