Come mai le gengive sanguinano?

06/12/2018

Sanguinamento Gengivale

 

 

Forse ti sarà capitato di notare un po’ di sangue sul filo interdentale o sullo spazzolino quando ti lavi i denti. Se si tratta di un episodio eccezionale, potrebbe non trattarsi di un grave problema. Ma se capita più volte, è meglio non sottovalutare tale manifestazione. 

Come mai le gengive sanguinano?

A volte il sanguinamento gengivale è un effetto passeggero dovuto ad uno spazzolamento scorretto o effettuato con strumenti inadeguati oppure alle conseguenze di un trattamento. 

Solitamente però è dovuto alla gengivite. La placca batterica non correttamente rimossa dalla superficie dei denti causa l’infiammazione delle gengive. 

La placca, depositandosi, poi si trasforma in tartaro calcificando, e porta a conseguenze più gravi. 

Ma vediamo quali sono i principali fattori di rischio per le gengive. 

Fattori di rischio per le gengive:

  • Geni ed età: l’incidenza dei problemi gengivali aumenta con l’aumentare dell’età e se vi è una predisposizione genetica.
  • Stress: lo stress rende più difficoltosa la guarigione dalle infezioni. 
  • Assunzione di medicine: alcuni farmaci possono influire sulla salute delle gengive. Tra gli altri, certi antidepressivi, alcune medicine per problemi cardiaci e i contraccettivi orali. Se riscontri problemi, parlane con il tuo medico di base e con il dentista per trovare la giusta soluzione. 
  • Presenza di malattie quali diabete, emofilia, malattie oncologiche che indeboliscono il fisico.
  • Scarsa igiene orale, specialmente nel caso di persone che portano apparecchi o protesi che rendono difficoltose le operazioni di pulizia. 
  • Gravidanza: è assolutamente consigliato alle future mamme di pianificare con il proprio dentista una serie di controlli durante questa delicata fase della vita, per le modifiche ormonali che alterano le caratteristiche gengivali e salivari.
  • Alimentazione non sana, specie se comporta una carenza di vitamine.
  • Fumo, cattiva abitudine in grado purtroppo di agire direttamente minando la salute delle gengive, dato che ne diminuisce anche la microcircolazione, indebolendola.
  • Bruxismo, ovvero il digrignare i denti, è una condizione che aumenta lo stress delle gengive. 

Raccomandazioni per gengive delicate

Raccomandiamo sempre di lavarsi i denti tre volte al giorno e di usare il filo interdentale ogni sera. Anche le sedute di igiene dal dentista, effettuate due volte l’anno, sono fondamentali per prevenire questi fastidiosi disturbi. 

Se hai le gengive delicate, evita gli spazzolini con setole dure e provane uno con setole medie o morbide. Usa inoltre il filo interdentale con delicatezza e opta per un dentifricio con una formulazione adatta.

Grazie a questi accorgimenti, dovresti notare qualche miglioramento. Se questo non dovesse accadere, o se notassi altri sintomi quali gonfiore, gengive arrossate e alito cattivo, è meglio che ti sottoponga ad una visita approfondita.  

I problemi gengivali possono infatti causare complicazioni più serie, specialmente in caso di parodontite, un’infiammazione avanzata che porta addirittura alla perdita dei denti oltre al riassorbimento osseo, ed è oltretutto connessa all’insorgere di altre gravi malattie sistemiche.

Se quindi hai constatato che il fenomeno del sanguinamento gengivale sta diventando più frequente, oppure hai notato rossori, gonfiori o altri sintomi inusuali, contatta subito il tuo dentista

Specie se sospetti di poter soffrire di parodontite, è importante che tu ti rivolga ad un centro qualificato. 

Il Centro Medico Vesalio è specializzato nella cura della malattia parodontale. Intervenendo in tempo e trattandola adeguatamente, siamo in grado di garantire ai pazienti un’alta qualità di masticazione e denti in sede per molti anni.