Quali sono le cause della carie?

27/12/2018

Prevenzione Carie

 

La carie è una malattia degenerativa che colpisce i denti

I principali sintomi della carie sono:

  • Sensibilità a cibi e bevande freddi, caldi o dolci
  • Dolore alla masticazione
  • Mal di denti

Quali sono le cause della carie?

Tra le cause della carie vi sono:

  • Scarsa o cattiva igiene orale.
  • Formazione di placca, dovuta alla presenza di batteri nel cavo orale.
  • Smalto debole, dovuto a cause genetiche, malattie infantili o terapie farmacologiche.
  • Alimentazione ricca di zuccheri, amidi e alimenti o bevande acide, soprattutto se si fanno frequenti spuntini.
  • Secchezza delle fauci, causata anche dall'assunzione di alcuni farmaci.


Ma come si forma la carie?

Alcuni ceppi di batteri, che risiedono normalmente nel nostro cavo orale, prosperano quando consumiamo cibi e bevande acidi o contenenti amidi o zuccheri.

I batteri producono acidi che, combinati con altri batteri, particelle di cibo e saliva, formano la placca. Quando si forma la placca, gli acidi in essa contenuti riescono ad intaccare lo smalto, creando piccole cavità, che costituiscono il primo stadio della carie

Se non curata dal dentista, la carie continua indisturbata ad erodere il dente, fino ad arrivare a danneggiare la polpa. Questo può portare a infezioni che, se non curate tempestivamente, possono rendere necessario procedere alla devitalizzazione del dente o all’estrazione dello stesso qualora non recuperabile. 

I batteri responsabili della carie

I batteri che causano la carie possono:

  • risiedere nelle piccole fenditure dei denti, attaccando i denti da latte dei bambini; 
  • o attaccare i lati del dente, a contatto con denti adiacenti, il che rende spesso la carie difficile da individuare; 
  • o vivere dietro la lingua ed attaccare lo strato più duro della radice dei denti, il cemento, che risulta esposto nei pazienti anziani o con problemi gengivali. 

Come mai i bambini hanno la carie più spesso degli adulti?

Lo smalto dei denti da latte è meno resistente di quello dei denti definitivi, perché più poroso. Sono i bambini a consumare più frequentemente dolciumi, succhi di frutta, bibite e merendine, avendo poi un’igiene meno scrupolosa.

Bisogna abituarli, quindi, sin da piccoli all’igiene orale, cercando magari di creare un rituale giornaliero, quasi un gioco da fare assieme ai genitori.

La prevenzione della carie

Ciò che ti permetterà di evitare davvero l’insorgenza della carie è la prevenzione. Bisogna essere diligenti e costanti nell’igiene orale: spazzolare i denti almeno tre volte al giorno, passare il filo interdentale almeno una volta al giorno, meglio se prima di andare a letto, cambiare lo spazzolino regolarmente ogni 3-4 mesi.

Se hai i denti piuttosto distanziati, devi abituarti ad usare anche degli appositi scovolini. Il dentista potrà indicarti qual è la misura più adatta alla tua situazione specifica. 

Se per caso non hai la possibilità di lavarti i denti dopo mangiato, cerca almeno di risciacquarli, anche solo con acqua. Anche i chewing gum appositi occasionalmente possono essere un'alternativa. Ma ricordati di non abusarne e non masticarli troppo a lungo per evitare danni collaterali. 

Non trascurare le sedute di igiene orale, da fare solitamente due volte l’anno per evitare ogni problema. L’igienista, oltre a limitare problemi futuri, potrà evidenziare all’odontoiatra eventuali carie già in atto.

La carie è una malattia silenziosa, finché non è in uno stadio già avanzato. Ecco perché è importante sottoporsi a controlli frequenti dal dentista, anche quando apparentemente non ci sono problemi. 

Se vuoi prenotare una visita presso il Centro Medico Vesalio, chiamaci subito allo 049 723413.