I benefici di una corretta Terapia Ortodontica

17/10/2016

L’obiettivo di un trattamento ortodontico è prevenire, eliminare e/o curare le anomalie dello sviluppo e  della posizione dei denti e delle ossa dei mascellari.
La Terapia ortodontica può aiutare il paziente a ripristinare al meglio la funzione masticatoria, ablativa e comunicativa oltre a migliorare l’aspetto estetico e funzionale.

 

 

Le terapie che vengono generalmente proposte possono essere raggruppate in:

  • Meccaniche: installazione di apparecchi fissi e mobili che agiscono sul lungo periodo.

  • Chirurgiche: estrazione o sostituzione dei denti che ostacolano l’allineamento degli altri o intervento diretto sui mascellari associato all’ortodonzia.

L’età più idonea per intervenire sulla dentatura, in modo definitivo, è tra i 12 e 14 anni quando i denti da latte sono ormai sostituiti dai permanenti avendo  così una visione chiara dello sviluppo.
Ovviamente, quando indicato, si interviene anche più precocemente (6-8 anni) per intercettare le malocclusioni così da creare una situazione idonea alla comparsa dei denti definitivi ed evitare le forme più complesse di malocclusioni.

Oggi sono molti anche gli adulti che ricorrono all’uso degli apparecchi ortodontici preferendo quelli sempre più invisibili come le mascherine trasparenti o le tecniche linguali che generano movimenti guidati dei denti.

Ma a cosa si può andare incontro se si decide di non sistemare i propri denti come consigliato dall’ortodontista? Si possono avere disfunzioni muscolari e all’articolazione temporo mandibolare (ATM), con dolori non solo nell’area cranio facciale ma anche alla colonna vertebrale e problemi posturali, oltre ai problemi più frequenti come carie e malattia paradontale (piorrea).