Pedodonzia: bambini e primi dentini

09/11/2014

 

Educazione, informazione, pratica dell’igiene e cura dei denti. E’ importante per un genitore essere a conoscenza di come avviene lo sviluppo della dentizione dei propri figli,  dal momento in cui spunta il primo dentino fino a quando la dentatura permanente è completa.

È utile quindi dare qualche informazione generale su quelli che più comunemente chiamiamo “denti da latte” e che, in gergo tecnico, prendono il nome di denti decidui, differenziandosi da quelli permanenti degli adulti. La pedodonzia o odontoiatria pediatrica si occupa dell'odontoiatria rivolta ai bambini.

I denti decidui sono, per ogni arcata,  composti da 2 Incisivi centrali, 2 Incisivi laterali, 2 Canini, 2 Primi molari, 2 Secondi molari. 10 dentini da latte. Il periodo di eruzione e sviluppo dei denti decidui dipende dalla crescita del bambino ed è quindi soggettivo; indicativamente però, si possono individuare dei periodi comuni di crescita, a secondo del tipo di dente e delle funzioni che esso svolge:

  • Incisivi centrali e laterali: si sviluppano dal 3° al 12° mese di vita, solitamente in modo alternato;
  • Primi molari decidui: nascono dal 12° al 18° mese di vita;
  • Canini: dal 18° al 24° mese;
  • Secondi molari decidui: sono gli ultimi denti a spuntare, dal 24° al 30° mese.

La comparsa dei primi dentini, non sempre è un processo indolore. I sintomi che, talvolta  ne accompagnano la comparsa possono essere: gengive gonfie, talvolta infiammate, salivazione aumentata, irritabilità e sonno disturbato. Nei casi più dolorosi anche febbre, diarrea e inappetenza. Si possono consigliare come aiuto per ridurre i disagi, l’utilizzo di particolari giocattoli da masticare.

Diversamente da quanto si può pensare, i denti da latte svolgono importanti funzioni utili alla crescita e allo sviluppo del bambino. La prima da tenere in considerazione è sicuramente la masticazione, utile alla digestione delle prime pappe ma anche alla corretta impostazione della futura masticazione di denti permanenti; e proprio per questo motivo che la loro cura e conservazione deve essere molto scrupolosa come per i denti definitivi, affinchè possano persistere in arcata sino alla naturale sostituzione con i denti definitivi onde evitare delle possibili malocclusioni dentarie

In secondo luogo, lo sviluppo della dentizione serve al bambino per imparare a parlare correttamente e ad articolare meglio le parole; è risaputo che alcuni difetti di pronuncia possono derivare proprio da una scorretta posizione dei denti da latte.

Infine, i denti da latte preparano non solo la bocca alla comparsa dei denti permanenti, ma l’individuo stesso alla igiene orale, allenandolo  fin da bambino, a prendersene cura.