Chewingum allo xilitolo: efficaci per la pulizia dei denti?

01/07/2015

 

Quotidianamente, siamo soliti ricorrere alla gomma da masticare nelle situazioni in cui non è possibile utilizzare i tradizionali strumenti per la pulizia dei denti. Piacevoli come caramelle e pronti all’occorrenza, un pacchetto di chewingum viaggia abitualmente con noi nella nostra borsa, in macchina o semplicemente è posto sulla scrivania dell’ufficio.

Ma masticare chewingum allo xilitolo è realmente un metodo efficace per mantenere una corretta igiene orale?

Sicuramente aiutano a proteggere la salute dei nostri denti. I chewingum allo xilitolo infatti, svolgono una duplice azione: detergente, in quanto rimuovono i residui di cibo depositati tra i denti, e di stimolazione salivare, la naturale autodifesa utilizzata dal nostro corpo.

Lo xilitolo è un edulcorante naturale ipocalorico caratterizzato dallo stesso potere dolcificante dello zucchero. Aiuta a prevenire la formazione degli acidi senza compromettere lo strato di smalto dei denti. Numerosi studi sullo xilitolo dimostrano la capacità inibitoria di quest’edulcorante sullo Streptococcus Mutans, ovvero il principale responsabile della formazione di carie. Lo xilitolo agisce riducendo l’adesività della placca batterica ai denti, prevenendo l’insorgere di carie.

Tuttavia, nonostante le proprietà le benefiche fino ad ora elencate è consigliabile non eccedere nella consumazione dei chewingum: la masticazione prolungata infatti, può portare a sofferenza dell’articolazione temporo-mandibolare arrivando a compromettere il naturale meccanismo masticatorio.

Va pertanto sottolineato che la masticazione di chewingum allo xilitolo non sostituisce né la quotidiana pulizia dentale né la prevenzione della carie ma rappresenta uno strumento di  prevenzione al quale ricorrere solo nell’impossibilità di utilizzare gli usuali  e sicuramente più efficaci strumenti di igiene orale: spazzolino, dentifricio, filo interdentale e collutorio.