Russi? Potresti soffrire di ipertensione

30/01/2018

Identificare e gestire precocemente il russamento  può ridurre il rischio cardiovascolare.
A dimostrarlo uno studio condotto su 181 adulti, di età media di 48 anni, sottoposti a una valutazione polisonnografica del sonno per una notte.

 

 

 

 

Al risveglio è stata poi misurata la pressione sanguigna due volte a distanza di 15 minuti.

Ma cos’è la Polisonnografia? E’ un esame indolore che prevede la registrazione del sonno mediante una serie di elettrodi.

I risultati dello studio dimostrano che russare è un fattore di rischio per l’ipertensione ma essendo un segnale acustico facilmente rilevabile può essere importante identificarlo precocemente al fine di ridurre il rischio cardiovascolare.